Blog

Gli eventi ai tempi del Covid19

Un settore in ginocchio

Il Coronavirus ha messo tutto il mondo e tutta l’industria in ginocchio, non c’è dubbio. Un’emergenza mondiale che ha pochi precedenti nella storia e che ci sta facendo cambiare anche le più semplici abitudini, come una stretta di mano, un abbraccio o un bacio incontrando un amico.

Non fa impressione anche a voi guardare un film o un programma tv registrato tempo fa e vedere persone abbracciarsi o magari mangiare dallo stesso piatto senza curarsi delle possibili conseguenze? E magari domandarsi se e quando torneremo alla normalità? 

Piano piano, a colpi di protezioni, mascherine, smart working e e-commerce, l’Italia sta ripartendo. O almeno ci prova. 

Ma tra i settori maggiormente danneggiati dalla pandemia, il mondo dello spettacolo e più in generale degli eventi, dove il rischio assembramento è innato, è ancora incastrato in una serie di difficoltà.

Si tratta di un settore che comprende 13 mila imprese. Un settore che conta ben 80 mila addetti, e che muove un capitale di 20 miliardi di euro – 85 se si conta anche l’indotto generato. Un settore che ha dovuto abbassare la serranda per mesi e che si è trovato a guardare il futuro con una profonda incertezza e preoccupazione

Il DPCM del 7 agosto che concedeva la ripartenza dei congressi, degli spettacoli, delle fiere e degli eventi ha fatto tirare un sospiro di sollievo agli addetti ai lavori che tuttavia hanno dovuto imparare a convivere con diversi imperativi, quali la messa in sicurezza degli spazi, la necessità di predisporre posti a sedere preassegnati e distanziati a tutti gli spettatori e ovviamente la limitazione degli accessi.

Per fare un esempio, un teatro al chiuso può ospitare un massimo di 200 persone. Dirvi che il Teatro Nazionale di Milano – per citarne uno – ha una capienza di 1500 posti, è sufficiente a farvi capire il disagio che tutto il settore sta fronteggiando? 

E nulla di buono è promette il DPCM atteso per oggi…

Ciononostante il settore deve ripartire. Perché gli eventi sono sinonimo vitalità, sono un momento di socialità di cui l’essere umano ha bisogno. Sono cultura e tradizione.

Bisogna ripartire perché – ha affermato Alessandra Albarelli, Presidente di Federcongressi&Eventi – “se si fermano gli eventi, si ferma l’Italia”. 

ONE SHOT Live Talent Show

One Shot è un nuovo Talent Shot ideato da Luca d’Ottavio e prodotto da Showlletico Events. È un’occasione per tutti gli artisti per esprimere il proprio talento e vincere un contratto di lavoro nel mondo dello spettacolo.

Read More